E così, come tutte le migliori storie d’amore, anche la saga di Bliss si conclude con questo terzo romanzo, Se vince la paura. Grazie a Nua Edizioni per averci regalato questo investigatore vecchio stampo ma con le sue perle di saggezza da diffondere per il creato.

Dei pregi e dei difetti di questi libri di Tony J ho già parlato in L’odore della colpa e in Malvagio fino all’osso, perciò oggi lo saluterò come si deve.

Senza dubbio, questo è il libro migliore della saga e il migliore modo per fare un bocca in lupo all’autore e dire addio a Bliss e alla mia adorata Penny Chandler. Un vero thriller con i soliti rimandi alla serial fiction televisiva che il terzo millennio ci ha regalato, da CSI a Criminal Minds, ma decisamente esplosivo, con un ritmo incalzante e un caso fra cronaca e terrorismo in un’Inghilterra che va dalla campagna alla metropoli, con un gradito ritorno, che in realtà sospettavo, della Dr.ssa Emily Grant.

Forder questa volta non sbaglia un colpo e ogni personaggio rimane coerente a se stesso, come se in realtà il secondo volume non fosse esistito. In realtà, il nostro autore ha pubblicato altri thriller in patria che hanno riscosso un buon successo di pubblico e il sostengo di alcuni colleghi importanti: come nelle migliori favole e come in editoria dovrebbe accadere come nella vita, l’autore è migliorato e cresciuto e qua, da Betta La Talpa, non posso che ringraziarlo per la compagnia e augurargli la sua meritata fortuna, sperando di ritrovarlo in traduzione fra qualche tempo.

Potete trovare il libro sul sito della casa editrice, ma anche qui e qui.

Un abbraccio,

Betta La Talpa

Ti piace quello che leggi? Sostienimi su Patreon, Ko-fi o Tipeee!

RIPRODUZIONE RISERVATA