Omicidio alla Garbatella

Lo so, la domanda fondamentale è: romanesco sì o romanesco no? Zerocalcare ci ha obbligati a ridere e a piangere senza capire esattamente le parole del suo linguaggio, proprio perché è un linguaggio universale. In molti si sono scagliati contro la romanizzazione dei prodotti di cultura italiana, dimenticando forse il siciliano di Andrea Camilleri e... Continue Reading →

Chi vuole vivere in eterno?

Di lei ho già parlato in questo articolo e sapete quanto mi piaccia. Ripetiamo il colpo in questa fine di novembre per una domanda esistenzialista che ci dovremmo porre con l'arrivo dell'inverno, il ritorno di nuove varianti di Covid e la fine dell'anno: chi vuole vivere in eterno, in un mondo come il nostro? Poniamo... Continue Reading →

Convulsioni. Le confessioni di un copywriter

Un vecchio detto di non ricordo chi sostiene che facendo della tua passione il tuo lavoro, non lavorerai un giorno della tua vita. Ma quando obblighi, convenzioni e routine rompono quella eccezionalità rappresentata dal nostro hobby, non è forse normale ogni tanto annoiarsi e cercare oltre la nostra passione? Non è forse essa, per natura,... Continue Reading →

Ombre nella pietra, di Alex Coman

Sinceramente, a me comincia a spaventare non poco il fatto che il genere più in voga sia il pessimistico distopico e che ci azzecchi pure, ma soprattutto questo: che la nostra necessità più straziante e impellente dopo il lockdown sia il rapporto con gli altri e con la natura. Ombre nella pietra di Alex Coman,... Continue Reading →

Shirley, di Susan Scarf Merrell

Cosa posso dire, davanti a un libro che ha vinto alla Lotteria? Cosa volete che vi dica, se la finzione letteraria e la realtà si fondono in una casa sola? Giochi di parole inquietanti e misteri sono il vostro pane quotidiano? Al solo suono di questo nome vi sorge un sorriso sinistro accompagnato da un... Continue Reading →

Interazioni – Margherita Fasano

Il dialogo è una forma che ho sempre apprezzato nella letteratura e credo che, in qualsiasi genere, sia fondamentale per la buona qualità di un libro: un dialogo scritto male, per quanto azione e descrizioni siano buone, può affossare tutto il lavoro di uno scrittore! Ma non è questo il caso e oggi diamo il... Continue Reading →

Veleno

Quando ho terminato il libro di Andrea Ferrari, edito Catartica Edizioni, il mio primo pensiero è stato: sì, bello, lo so che fa davvero figo scrivere come Irvine Welsh, Chuck Palahniuk, Charles Bukowski e compagnia bella, ma se non sei uno di loro e non hai avuto la vita che hanno vissuto loro, allora forse... Continue Reading →

Canti della città – Alberto Rudellat

Delle città non si parla mai abbastanza. Ci sono città che sembrano nate per essere raccontate: Torino, Trieste, Roma, Lisbona, New York, Londra, piccoli paesini memorie di un luogo che il tempo, la globalizzazione e internet ci vogliono portar via. Città di cui invece non si sa nulla e che non hanno mai potuto parlare... Continue Reading →

Sospesi sul nulla

Le raccolte di racconti, fino a pochi anni or sono gioia e dolore per lettori e scrittori (e per gli editori che pagano), hanno avuto senza dubbio un ottimo ritorno di fiamma causato dai lunghi periodi costretti a casa nonché dalla mancanza di concentrazione dovuta al languore da COVID. Certo, tanto tempo e poco spazio... Continue Reading →

I giorni della Chimera – Nua Edizioni

È con imperdonabile ritardo che torno a scrivere sul mio caro blog, ma giuro di avere avuto ottimi motivi per tale latitanza: il lavoro, lo studio, la tessitura di network professionali, la collaborazione con altre realtà del web e, che lo dico a fare, la lettura e la scrittura. Già, perché scrivere non è un... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑