I’m so sorry, but these months have been hard, fast and really, really busy. Finally, I’ve kept some time for work on last reviews for the blog and I’d like to start with Unfettered Journey by Gary F. Bengier, who is a writer, a philosopher and an ex-Silicon Valley technologist. You know how I love science fiction, overall when it’s combined with philosophy and sociology, so it was impossible for me giving up.

His novel can be considered a sci-fi, but it’s not enough. From his own career and passions, Bengier takes pills from philosophy, physics, religion and literature and write an incredible novel with a classical style. Rick Deckard, you’re fired!

An AI scientist wants to study robot consciousness and goes to a college to learn how to do it, but he finds love and more questions: can AI have a soul? If we build a self-consciusness, are we God or a parent? Can we give an object a soul? What is soul?

If you have liked movies like Ex Machina or Her, if you know Karel Čapek’s works, Ted Chiang’s foolness and some Asimov’s more emotional novels, I’m sure you will like Bengier’s Unfettered Journey.

Here the novel’s site: https://unfetteredjourney.com

Hugs,

Betta La Talpa

P.S. You can find the book here.

Traduzione italiana.

Mi dispiace così tanto, ma questi mesi sono stati difficili, veloci e davvero, davvero occupati. Ma alla fine ho preso un po’ di tempo per recuperare le ultime recensioni del blog e mi piacerebbe iniziare con Unfettered Journey di Gary F. Bengier, che è scrittore, filosofo e tecnologo da Silicon Valley. Sapete quanto ami la fantascienza, soprattutto quando è combinata con la filosofia e la sociologia, per cui era impossibile che rinunciassi.

Questo romanzo può essere considerato di fantascienza, ma non è abbastanza. Dalla sua carriera e dalle sue passioni, Bengier ha tratto pillole di filosofia, fisica, religione e letteratura e ha scritto un incredibile romanzo dallo stile classico. Rick Deckard, sei licenziato!

Uno studioso dell’Intelligenza Artificiale vuole studiare la consapevolezza robotica e va in un’università per imparare a farlo, ma trova l’amore e altre domande: può l’AI avere un’anima? Se costruiamo una consapevolezza di sé, siamo Dio o dei genitori? Possiamo dare l’anima a un oggetto? Cos’è l’anima?

Se avete amato film come Ex Machina o Lei, se conoscete i lavori di Karel Čapek, la follia di Ted Chiang e alcuni dei racconti di Asimov più sentimentali, sono sicura che apprezzerete Unfettered Journey di Bengier.

Qui trovate il sito del romanzo: https://unfetteredjourney.com

Un abbraccio,

Betta La Talpa

P.S. Trovate il romanzo qui.

RIPRODUZIONE RISERVATA